Italian vs. English

Un post dedicato a tutti i numerosi amici italiani che ci stanno seguendo e che ringrazio personalmente per la grande partecipazione alla nostra avventura.

Molti di voi ci hanno scritto lamentandosi del fatto che la nostra comunicazione è totalmente in lingua inglese per cui mi sembra opportuno spendere qualche parola per spiegare il motivo di quella che è una scelta.

Il mercato del film oggi è profondamente cambiato rispetto al passato. Un tempo quello analogico non era un medium di scelta ma semplicemente l’unico possibile e per ogni singolo paese, Italia compresa, la richiesta era sufficiente a garantire la sopravvivenza anche di una grande azienda come Ferrania che ogni giorno sfornava davvero chilometri di film. Oggi i chilometri non sono più giornalieri ma annuali e non per l’Italia bensì per il mondo. FILM Ferrania per sopravvivere deve essere un’azienda piccola, fortemente italiana ma sbilanciata verso un mercato globale e con un modello di comunicazione adeguato a coglierne le opportunità. 

Partendo dall’ovvia premessa che non sia possibile prescindere dalla lingua inglese, ci siamo più volte chiesti se fosse il caso di organizzare la comunicazione anche in altre lingue, per primo in italiano se non altro per motivi nazionalistici, ma anche in quella di altri mercati importanti come ad esempio quello tedesco. Ogni volta però ci siamo anche dati la risposta che la nostra missione principale era quella di dare un contributo decisivo al futuro del film e non c’era un minuto da perdere!

E’ per questo che chiediamo un piccolo sforzo ai nostri amici italiani per leggere una lingua che non è la nostra, ci consentirà di ottimizzare le nostre energie e farvi avere nelle vostre fotocamere, fosse anche un solo minuto prima, le nuove pellicole Ferrania.

Grazie a tutti,
Nicola Baldini

David Bias

377 Argyle Rd #4C, Brooklyn, NY 11218, United States

New Yorker. Crazy for old cameras and analog film. But I love sci-fi. Go figure.